Mesoterapia e Agopuntura 

La mesoterapia d'oggi non può prescindere da un bagaglio "minimo" e indispensabile di conoscenze sull'agopuntura. Per questo accanto al trattamento loco-regionale riserviamo un posto d'onore a quello delle zone distanti, scelte in base al percorso dei canali energetici. L'ottima relazione tra mesoterapia e agopuntura ha l'età dalla prima pubblicazione di Michel Pistor, che vi dedica quasi due pagine, e da cui è tratto il seguente brano:

“I risultati dell'Agopuntura sono incontestabili, e ciò è provato da un apprezzamento che dura millenni, riuscendo anche oggi dove altre terapie falliscono. [...] L'impiego della stimolazione con gli aghi da un lato, e  con efficaci farmaci iniettabili dall'altro, è una sorta di agopuntura con aghi cavi, una versione modernizzata che parzialmente può definire la Mesoterapia. Nel bollettino n. 26 della Società Francese di Mesoterapia, seduta del 1 giugno 1972, il dr. Jalicot-Morphy ha fatto un’eccellente comunicazione, intitolata Agopuntura e Mesoterapia: trattamenti complementari. Con osservazioni cliniche ben descritte, l’autore mostra che l’insuccesso di una delle due terapie può diventare il successo dell’altra, e viceversa.”

Pistor M. “Un defi thérapeutique° – La Mésothérapie” Maloine Editeur pag. 16, Parigi 1974. (°Una sfida terapeutica)

Il dr. Maurice Rubin scrisse nel 1983 un libro intitolato Mesopuntura, una nuova arte di guarire, in cui illustra il metodo di sua ideazione che combina agopuntura e iniezioni di farmaci nei punti di agopuntura. Farmaci specifici iniettati in punti specifici, per un duplice effetto terapeutico.